Letti di recente

Un giovane scrittore italiano finalista al Premio Strega nel 2016, uno dei più letti scrittori marocchini contemporanei e l’ultimo Premio Nobel per la Letteratura. Sono stati loro i protagonisti dei nostri ultimi incontri grazie alla lettura di Conforme alla gloria di Demetrio Paolin, Un matrimonio di piacere di Tahar Ben Jelloun e Prima del calcio di rigore di Peter Handke.

Partiamo dal primo. Paolin, in quella che ci sembra una esagerata sovrapposizione di temi e situazioni, ci ha spinto a confrontarci con il rapporto tra vittima e carnefice, con l’eredità morale che un padre lascia al figlio e il corpo come luogo primario della violenza di un essere umano su un altro, Ben Jelloun, ancora una volta nei suoi scritti, ci parla, un po’ troppo lievemente secondo noi, di sentimenti ma anche di razzismo, di quello nascosto in bella vista tra le pieghe del nostro quotidiano, in una storia che rimanda alle narrazioni di Le mille e una notte. E poi Handke con la sua scrittura faticosa che ha bisogno di riletture, con la quale traduce rabbia e angoscia umane. Autore d’avanguardia e sperimentatore delle potenzialità della lingua al di là del significato delle parole.

Conforme alla gloria di Demetrio Paolin, Voland, 2016
Siamo ad Amburgo nella metà degli anni Ottanta. Rudolf Wollmer, il protagonista, o meglio uno dei protagonisti, è un sindacalista, con una moglie, un figlio adolescente e soprattutto un padre con un passato da SS. Ora, dopo la sua morte, gli ha lasciato a Rudolf in eredità la casa di famiglia. Deciso a sbarazzarsene subito, ritrova, tra gli oggetti del vecchio, un quadro intitolato La gloria. L’immagine è minacciosa ma nasconde un segreto ancora più terrificante. Nel tempo, la vicenda di Rudolf e del quadro si intreccia con quella di Enea Fergnani, ex prigioniero a Mauthausen sfuggito allo sterminio del lager grazie alla sua abilità artistica e proprietario di un negozio di tatuaggi a Torino.
Un romanzo sorprendente, dallo stile intenso e nitido, che è anche una riflessioni sul rapporto tra vittima e carnefice, su quale sia il confine tra umano e disumano. Segnaliamo:
http://www.minimaetmoralia.it/wp/stregati-conforme-alla-gloria-di-demetrio-paolin/
https://www.ilprimoamore.com/blog/spip.php?article3481

Un matrimonio di piacere di Tahar Ben Jelloun, La nave di Teseo, 2016
Nell’Islam, a un uomo in viaggio per lunghi periodi è permesso di contrarre un matrimonio di durata definita, per evitare la tentazionedi frequentare prostitute. Si chiama “matrimonio di piacere”. È a queste condizioni che Amir, un ricco commerciante di Fès, sposa temporaneamente Nabou, una ragazza fulana di Dakar, città in cui si ferma ogni anno per procurarsi la merce. Ecco però che Amir si scopre innamorato di Nabou e le propone di andare a Fès con lui.
La donna accetta, diventa la sua seconda moglie e gli dà presto due gemelli. Uno bianco, l’altro nero. Da quel momento deve affrontare la gelosia terribile della prima moglie di Amir, bianca, e il razzismo quotidiano.
Un romanzo sull’amore e le sue conseguenze, una storia che arriva dritta ai nostri sentimenti più intimi e a quelli che non sappiamo confessare.
Segnaliamo:
https://www.africarivista.it/il-matrimonio-di-piacere-di-tahar-ben-jelloun/111800/

Prima del calcio di rigore, Peter Handke, Guanda, 2016.
(prima pubblicazione Feltrinelli, 1971). Licenziato improvvisamente dal lavoro in cantiere, l’ex portiere di calcio Josef Bloch inizia a vagare per le strade di Vienna, va al mercato, al cinema, allo stadio, poi cerca una camera d’albergo per la notte. I suoi sensi sono allerta, tutto lo infastidisce e allo stesso tempo cerca disperatamente un contatto, prova a chiamare dei conoscenti senza trovare nessuno. La sua peregrinazione continua finché incontra una donna disposta a stare con lui. Ma poi la uccide, senza motivo. L’angoscia che lo attanaglia dopo l’omicidio è la stessa che provava quando da portiere si preparava a respingere un calcio di rigore. Tenta allora la fuga verso il confine, sentendosi braccato, spiato e sospettando di tutti, cercando di prevedere le mosse dell’avversario…
Segnaliamo:
http://www.thrillercafe.it/prima-del-calcio-di-rigore-peter-handke/

http://dietroleparole.it/2016/03/20/peter-handke-prima-del-calcio-di-rigore/

http://www.artspecialday.com/9art/2019/01/14/grandi-classici-del-calcio-rigore-vita-fredda-segno-della-dissociazione/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...